Un sistema formativo online per assistenti familiari

di Licia Boccaletti – European Project Manager, Anziani e Non Solo, società cooperativa
maggio 2013



Come è noto, il fenomeno dell’assistenza familiare ha raggiunto in Italia proporzioni senza eguali in altri Paesi Europei. Questo non significa, tuttavia, che all’estero non esista il lavoro privato di cura prestato con caratteristiche del tutto simili a quelle Italiane.

In Grecia, ad esempio, è assai diffuso e per nulla regolato il lavoro privato di cura (in attività di assistenza ad anziani o a bambini) prestato in convivenza da parte di donne immigrate, in particolare Albanesi e Bulgare. Si tratta di gruppi di donne con caratteristiche molto simili a quelle che svolgono lo stesso ruolo in Italia: over 40, emigrate da sole lasciando in patria mariti e figli, occupate in lavori a scarsa qualificazione e per i quali sono prive di formazione specifica.

Proprio l’affinità tra il contesto Italiano e quello Greco è stata lo stimolo alla presentazione del progetto Europeo Leonardo Da Vinci – SET CARE (www.setcare.eu) che si è posto l’obiettivo di trasferire in Grecia il modello di auto-formazione online per assistenti familiari ASPASIA (www.equalaspasia.it), ad oggi utilizzato in numerose Regioni Italiane da parte di migliaia di assistenti familiari.

Nell’ambito di SET CARE l’Associazione Ateniese per i Malati di Alzheimer e l’organizzazione bulgara Balkanplan – con il coordinamento dell’ONG KMOP, la supervisione dell’autore di ASPASIA Anziani e Non Solo e la collaborazione di associazioni locali - hanno sviluppato e testato un sistema formativo online in lingua greca e bulgara che, ricalcando i contenuti di ASPASIA, li ha integrati ed adattati al contesto locale. Nell’ambito del corso si tratta di tecniche di mobilizzazione, igiene personale, alimentazione… con un approfondimento specifico sull’Alzheimer, patologia di cui soffrono la maggioranza degli anziani assistiti dalle lavoratrici di cura greche.

Il materiale formativo, accessibile online tramite la piattaforma Blackboard o su DVD, è stato sperimentato in fase pilota su 31 assistenti familiari Bulgare, in parte già residenti in Grecia, in parte ancora residenti in Bulgaria ma intenzionate ad emigrare per svolgere lavoro di cura.

E’ interessante innanzitutto notare come la maggior parte delle partecipanti al gruppo pilota dichiari di avere disponibilità di un accesso ad internet e di utilizzare frequentemente il PC, sfatando quindi la convinzione diffusa che questo gruppo target sia vittima di digital divide. Emerge inoltre chiaramente, da parte delle allieve, la consapevolezza della necessità di rafforzare le proprie competenze in ambito assistenziale, benché da parte dei datori di lavoro non vi sia la richiesta esplicita di possedere una formazione specifica. Tutte le unità didattiche proposte hanno ricevuto un buon livello di gradimento da parte delle utenti pilota, ma una netta preferenza è stata espressa per quelle con più spiccata utilità pratica, come quelle inerenti le tecniche di mobilizzazione.

Conclusasi la fase pilota, il sistema formativo resterà accessibile a richiesta alle assistenti familiari che già svolgono questa professione in Grecia o in Bulgaria e a coloro che intendono farlo e desiderano acquisire maggiori competenze.

Maggiori informazioni:
Progetto LDV – SET CARE (www.setcare.eu)
Progetto Equal ASPASIA (www.equalaspasia.it
 

Copyright | Privacy | Crediti